di cui all’art. 3 D.P.R. 235 del 21 novembre 2007

 

Il Liceo Scientifico “Vito Volterra” di Fabriano è una comunità scolastica per l’educazione e l’istruzione delle studentesse e degli studenti in cui tutte le attività curricolari ed extracurricolari convergono alla promozione culturale, civile, sociale e morale degli allievi, come persone individuali che vivono in contesti comunitari diversi, di carattere locale, nazionale, europeo, aperti alle problematiche mondiali, al confronto delle idee e tra le culture.

 La scuola garantisce un ambiente educativo che rispetta attentamente

a) i principi fondamentali della Costituzione della Repubblica Italiana, le Leggi che regolano l’educazione e l’istruzione dei giovani, le attese della società sulla formazione delle nuove generazioni perché il paese possa:

  • potenziare il patrimonio culturale della tradizione italiana;
  • sviluppare una convivenza civile rispettosa di tutti, delle singole individualità e diversità, nella condivisione dei valori su cui si fondano i diritti di cittadinanza di ciascuno;
  • competere nel mondo per la diffusione pacifica dei modelli democratici di sviluppo culturale, scientifico, economico e sociale;
  • favorire la ricerca e l’innovazione per il miglioramento delle qualità della vita.

b) in ciascuno studente le caratteristiche personali

  • nell’esercizio dei diritti civili e sociali e di fede religiosa;
  • nel graduale sviluppo delle abilità;
  • nel raggiungimento delle competenze richieste con tempi e modi legati alle individuali potenzialità

 

Tutta l’organizzazione e la gestione della istituzione scolastica, il coordinamento didattico, la valutazione complessiva del funzionamento e la rappresentanza dell’istituto, che fanno capo al dirigente scolastico, trovano negli organi collegiali, nell’operato dei docenti e del personale A.T.A., nonché nella partecipazione consapevole e responsabile degli allievi e dei genitori, la linfa di cui si nutre la missione stessa della scuola per il raggiungimento delle finalità poste dalla Costituzione.

 

Il Personale A.T.A.

  • cura che gli ambienti, ordinati e puliti, risultino confortevoli per tutti;
  • porge attenzione sensibile e accorta alle problematiche dei giovani ed esercita in modo accorto e puntuale l’attività di vigilanza;
  • esprime comportamenti collaborativi e rispettosi nella forma e nella sostanza verso tutti;
  • predispone con scrupolosa accortezza gli strumenti idonei al buon funzionamento didattico e generale della scuola;
  • accoglie con rispetto e competenza le giuste richieste degli allievi, delle famiglie e dei docenti;
  • risolve i problemi concreti di carattere amministrativo, relazionale e della sicurezza, ciascuno secondo le competenze del profilo professionale.

I Docenti

sui quali grava la responsabilità didattica e quella “in vigilando”

  • adottano, in tutto il loro operato, comportamenti attenti e accorti affinché gli allievi a loro affidati non abbiano a subire situazioni di pericolo o di sopraffazione di qualunque tipo, non debbano soffrire qualsiasi problema di emarginazione, non siano sottoposti a comportamenti ostili in nessun caso;
  • preparano le condizioni motivazionali per la pratica di buone relazioni personali, utili a favorire serenità ed armonia nelle condizioni di apprendimento, anche con l’esercizio, secondo i casi, della giusta severità e del “buon rimprovero” deciso e puntuale;
  • attivano le condizioni che favoriscono un apprendimento significativo ed efficace, secondo le finalità e gli obiettivi previsti dal curriculum degli studi e dalle deliberazioni degli organi collegiali;
  • predispongono i percorsi più idonei alla crescita e maturazione “della persona” negli allievi, sotto il profilo intellettivo, culturale, civile, morale e sociale;
  • elaborano e sviluppano il piano di lavoro in ciascuna classe insieme ai colleghi docenti della stessa area disciplinare e dello stesso consiglio di classe, in spirito collaborativo e di confronto sia in merito alle strategie didattiche e ai contenuti disciplinari da adottare, sia riguardo alla individuazione dei risultati attesi;
  • organizzano il lavoro degli studenti in modo da sollecitare in loro il massimo impegno per la valorizzazione completa delle abilità di ciascuno e con una scansione ragionata dei tempi per favorire la consapevolezza metodologica e l’approfondimento delle tematiche culturali oggetto di insegnamento/apprendimento;
  • comunicano agli allievi le valutazione relative alle prove di verifica in modo esaustivo e trasparente, secondo le griglie di valutazione già esposte;
  • rispettano il Regolamento di Istituto e vigilano perché sia rispettato da tutti;
  • accolgono i genitori degli allievi nei colloqui generali e settimanali, e ne sollecitano la presenza a scuola anche per le occasioni che meritano particolare attenzione;
  • comunicano loro i risultati scolastici degli allievi con trasparenza e con lo spirito atto a suscitare atteggiamenti partecipativi e collaborativi, pongono ascolto alle eventuali problematiche personali o familiari rappresentate.

I Genitori

con l’iscrizione del proprio figlio al Liceo Scientifico “Vito Volterra” accettano il patto educativo proposto dalla scuola , lo statuto delle studentesse e degli studenti , il regolamento di istituto, e si impegnano:

  • a favorire nel proprio figlia/o l’attenzione prioritaria al lavoro scolastico rispetto ad altre attività complementari extrascolastiche che rappresentano comunque ulteriori opportunità per lo sviluppo delle abilità personali;
  • ad informarsi regolarmente sull’andamento didattico disciplinare del proprio figlio/a e ad incontrare i docenti e la scuola secondo le necessità che si presentano, per dare il proprio contributo alle buone relazioni scolastiche tra i propri figli , i compagni, i docenti e la scuola in generale, improntate al rispetto autentico, sia formale che sostanziale;
  • a giustificare puntualmente le assenze dei figli con motivazione seria e plausibile;
  • a far sì che le assenze, gli impegni e le uscite fuori orario siano molto contenute di numero, caratterizzate da effettive e inderogabili necessità, non da futili motivi;
  • a rispettare i tempi e le esigenze della scuola con comprensione e con volontà di contribuire così anche alla crescita del livello di preparazione degli studenti;
  • collaborare al miglioramento dei servizi dell’istituzione scolastica, anche attraverso la formulazione di pareri e proposte e la compilazione di questionari di valutazione e gradimento;
  • intervenire rispetto ad eventuali danni provocati dai propri figli, singolarmente o in corresponsabilità, a carico di persone, arredi, materiale didattico, mediante il risarcimento del danno secondo quanto previsto dal Regolamento di Istituto.

Gli Studenti

dal momento in cui iniziano la frequenza delle lezioni al liceo Scientifico “Vito Volterra”, accettano gli impegni che l’attività didattica richiede e condividono il principio secondo cui la scuola esercita una funzione fondamentale e insostituibile nella loro formazione culturale, civile, sociale e morale anche in presenza di impegni extrascolastici che rappresentano senz’altro ulteriori opportunità di sviluppo della crescita e delle qualità personali.

Essi si impegnano a:

  • conoscere e rispettare le norme che disciplinano la vita scolastica, lo Statuto delle Studentesse e degli Studenti e il Regolamento di Istituto;
  • assolvere con puntualità ed impegno ai doveri propri della attività didattica presentandosi alle lezioni puntuali per frequentarle regolarmente e con tutta la dotazione richiesta, l’attenzione e lo studio personale necessari;
  • giustificare puntualmente le assenze motivate da effettive e inderogabili necessità e non dafutili motivi;
  • fare ricorso solo in caso di assoluta necessità e non per futili motivi ad ingressi o ad uscitefuori orario;
  • avere nei confronti del dirigente scolastico, dei docenti, del personale tutto della scuola e dei loro compagni rispetto formale e sostanziale;
  • utilizzare correttamente le strutture, i macchinari, e i sussidi didattici e a comportarsi in modo da non arrecare danni al patrimonio della scuola;
  • rispettare le norme volte a salvaguardare la sicurezza e l’incolumità delle persone, eseguendo senza indugi gli ordini impartiti dal dirigente scolastico e dai preposti;
  • rendere accogliente l’ambiente scolastico e averne cura, collaborando attivamente alla sua migliore fruizione;
  • prestare aiuto ai compagni in difficoltà e collaborare tempestivamente con la scuola in presenza di situazioni critiche, episodi di violenza, bullismo o vandalismo di cui venga a conoscenza;
  • riferire o far pervenire ai genitori le comunicazioni che vengono loro affidate dagli organi della scuola;
  • segnalare alla scuola eventuali disservizi nelle forme opportune improntate a spirito collaborativo;
  • collaborare al miglioramento della qualità dell’istituzione scolastica, attraverso la formulazione di pareri e proposte e la compilazione di questionari di valutazione e gradimento.